le stelle cadenti sono stelle ubriache

parole, poesie, cose a caso

CERCANDO DI FUGGIRE DALL’ODORE DEL POP CORN

leave a comment »

forse
avrebbero anche
potuto dircelo
che lo sceneggiatore
se ne era andato
bestemmiando
mentre la porta
lasciata aperta alle sue spalle
fendeva al vento
come un angelo impiccato

forse
prima di sceglierlo
avremmo dovuto
scorrere il copione
invece di concentrarci
sul nome altisonante
dato al nostro personaggio

e prestare più attenzione
ai cerchi lasciati dal bicchiere
sul margine superiore esterno
di pagina sette
o alla bruciatura di sigaretta
che chissà quanto tempo prima
aveva trasformato la parola fine
in un’alcova

forse
qualcuno
poteva dircelo
che i titoli di coda
non esistono più
e si ripete tutto
in bulimie
di rassegnata
celluloide
istante dopo istante

intanto
in terza fila
sboccia un amore,
mentre ne muore
un altro
tra le poltrone blu,
la maschera
deve dei soldi a un tizio
che gli farà spezzare i denti
tra qualche ora

e le luci della ribalta
non arrivano mai
a illuminare
questo cinema di periferia
male in arnese

solo, distratte,
verso il tramonto,
a volte ballano un fox trot
tra i seni porcellana
della cassiera rossa

quando esce
a fumare
di nascosto
poggiata al muro

cercando di fuggire
dall’odore del pop corn.

20140430-142815.jpg

Written by kaya77

30 aprile 2014 a 12:28

Pubblicato su poesia, scrivendo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: